Loading

Le verdure a foglia verde: i broccoli

E’ inutile soffermarci a ripetere l’importanza di consumare verdure fresche e di stagione poiché è cosa ormai risaputa, invece alzi la mano chi sapeva che a parità di peso il radicchio verde contiene il triplo del ferro rispetto alla carne di manzo o che 100g di rucola contengono più vitamina C di un’arancia. E bene si questi sono i benefici delle verdure a foglia verde.

I broccoli in particolar modo sono ricchi di antiossidanti, vitamina C e sono anche una fonte naturale di acido folico sostanza utile per la prevenzione delle malattie cardiache.

L’apporto calorico di 100 grammi di broccoli crudi è inferiore alle 30 kcal. I carboidrati sono circa 5 grammi, con almeno 2,5 g di fibra. Sono presenti circa 3 g di proteine di discreto valore biologico e appena 0,5 g di grassi. Rilevante il contenuto di vitamina C, vitamina K, folati e vitamina A, buono l’apporto di potassio, magnesio, fosforo e ferro.

I broccoli sono ortaggi che appartengono alla famiglia delle Crocifere, a causa della forma delle loro foglie. Come tutte le Crocifere, contengono sostanze che appartengono alla famiglia dei glucosinolati, composti contenenti zolfo ed azoto. I glucosinolati sono costituiti da sostanze come: isotiocianati, tiocianati e nitrili. Queste sostanze molto utili a contrastare il cancro sono liberate grazie all’azione di un enzima, la mirosinasi che si attiva in seguito alla masticazione ed al processo digestivo. In particolar modo sono liberate sostanze come l’indolo-3-carbinolo e sulforafano che è stato visto da alcuni studi essere in grado di ridurre il rischio di tumori-ormonodipendenti, come quello del seno, oltre che quelli della prostata e del polmone. Inoltre L’effetto protettivo è rilevante per quanto riguarda tumori dello stomaco, del colon e del retto.

Attenzione però, per usufruire delle proprietà antitumorali di questo alimenti non è sufficiente introdurli nella propria dieta, è necessario comprendere davvero come cucinare i broccoli

La cottura può modifica re notevolmente questi valori, in particolar modo una bollitura prolungata determina una rilevante perdita di acqua e assieme all’acqua se ne vanno una buona parte dei minerali e delle vitamine, in particolar modo vitamina C. Per cui il miglior metodo di cottura è quella al vapore, oppure cercate di attuare una sbollentatura rapida al di sotto dei 10 min.

Lascia un commento